domenica 4 ottobre 2015

Su Raitre torna Stelle nere: il programma che tramite fumetti noir racconta casi di cronaca nera famosi e non

IL PROGRAMMA VA IN ONDA SU RAITRE IL SABATO DOPO MEZZANOTTE ED E' GIUNTO ALLA SUA TERZA EDIZIONE

Il sabato sera di Raitre da diversi anni si tinge di giallo e anche di nero, visto che manda in onda programmi molto accattivanti che seguono casi di cronaca più o meno famosi. Ultimo programma partorito dalla sempre creativa e innovativa mente dei collaboratori della terza rete della tv pubblica (che negli anni ha perso molto, ma qualitativamente continua ancora a salvarsi rispetto agli altri due canali storici), è Stelle nere. Giunto alla sua terza edizione e partito da tre settimane.

CARATTERISTICHE DEL PROGRAMMA - La caratteristica principale di Stelle Nere è quella della commistione tra documento e disegno, che si intrecciano a costruire un unico racconto con la chiarezza del documento che si aggiunge alla forza suggestiva del disegno. Libero di muoversi all’interno di scene e di luoghi disegnati, l’autore e conduttore Marco Marra (che ha scritto il programma insieme a Michele Alberico con i disegni di Chiara Fazi) ripercorre le vicende narrate partendo dall’epilogo tragico e risalendo fino al momento in cui tutto ha avuto inizio, fino al punto esatto in cui qualcosa si è rotto, e tutto è precipitato.
Il programma svaria dai casi di cronaca più famosi (si pensi al processo a Marlon Brando, all'omicidio di Gianni Versace o al caso Pistorius) fino a quelli consumatisi nelle viscere della provincia italiana. Capace di generare noia, tradizioni, abitudini o voglia di fuggire, ma anche mostri insospettabili

PRIMA E PIU' RECENTE PUNTATA - La primissima puntata di Stelle Nere andata in onda nel febbraio 2014 è stata dedicata ai Marchesi Camillo e Anna Casati Stampa, con una storia che risale al 30 agosto 1970: a Roma vengono rinvenuti tre cadaveri in un lussuoso appartamento in via Puccini n. 9, a pochi metri da Villa Borghese, si tratta del marchese Camillo Casati Stampa, di sua moglie Anna Fallarino e del giovane Massimo Minorenti. Sembra un banale dramma della gelosia ma la scena del delitto è solo il sanguinoso epilogo di una storia che sta per sconvolgere l’Italia perbenista e benpensante dell’epoca: titoli a caratteri cubitali e fotografie scabrose della vita segreta della coppia invadono per mesi i giornali italiani.
L'ultima puntata in ordine di tempo, andata in onda ieri, ha invece trattato il caso che scosse Roma nel 1988: nel malfamato quartiere della Magliana, alle porte della Capitale, viene fatta una amara scoperta. In un campo un allevatore di cavalli scopre il corpo privo di vita di Giancarlo Ricci. Il giovane è stato ucciso barbaramente, e a farlo non è stato un killer di professione ma un uomo apparentemente innocuo: Pietro De Negri, proprietario di un negozio di toeletta per cani, conosciuto da tutti come il Canaro della Magliana.

COME VEDERE IL PROGRAMMA - Il programma va in onda ogni sabato alle 00.10. Per quanti però sono presi dalla febbre del sabato sera e non possono seguirlo in Tv o a quell'ora sono già nelle braccia di Morfeo, è possibile rivedere tutte le puntate collegandosi alla sezione sul sito Rai dedicato al programma: http://www.stellenere.rai.it/. Peccato vada in onda così tardi, come del resto accade a tanti altri programmi interessanti. Quei pochi rimasti sulle reti Rai. Certo, tratta casi di cronaca talvolta anche agghiaccianti. Ma di giorno si vede molto di peggio, tra volgarità, speculazioni e trash.

La mia puntata preferita resta quella riguardante il caso della famiglia Brando, non solo perché adoro il grande Marlon, ma anche per la drammaticità della storia. La ripropongo di seguito:

4 commenti:

  1. a dire la verità stasera appena visto l'inizio ho subito girato.. perché penso che di morti ammazzati siamo circondati ora più che mai.. magari della puntata su Brando che hai linkato un pezzetto me la vedo, un grande attore e soprattutto è passato tanto tempo.. ciao,
    buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è un pezzetto, è l'intera puntata ;)

      Elimina
  2. Le cronache nere a me piacciono ma non devono solo riguardare omicidi o suicidi.

    RispondiElimina
  3. Grazie Luca per la recensione

    RispondiElimina